Lorca e il suo tempo
di Celestino Coronado

L’avvento della Repubblica Spagnola nel 1931, con schiacciante voto popolare, provoco quasi allo stesso tempo ed in maniera sconvolgente, una rottura rivoluzionaria di incalcolabile significato, paragonabile, in parte, alla Rivoluzione Russa, se si tien conto dei cinque secoli di repressione, oligarchia ed oscurantismo religioso, imposti al paese dalla nobiltà e dalla Chiesa. La Repubblica Spagnola, nonostante il terrorismo di gruppi diversi, provoco una libertà politica e sociale paragonabile a quella del resto delle democrazie europee e soprattutto una rinascita culturale che pose gli artisti spagnoli all’avanguardia assoluta nelle arti europee, preceduta dalla pittura di Picasso, Dali, Miro e Gris. La generazione del ’27 fu il fulcro e I’ispirazione culturale di questa Repubblica Spagnola. Repubblica stroncata al suo nascere, da parte del regime militare ed elitario dei Generali: Franco, Mola, e Queipo de Llano, con I’aiuto diretto del terrorismo fascista di Jose Antonio. Questa rivolta, non di popolo, ma di militari fascisti provoco la Guerra Civile Spagnola: una guerra fratricida che insanguino per tre interminabili anni il suolo spagnolo trasformandolo in "prova generale" per quella che sarebbe stata la Seconda Guerra Mondiale. Le grandi potenze liberali, temendo lo scoppio della Guerra Mondiale, a cui non erano preparate, lasciarono che fosse la Repubblica Spagnola il "capro espiatorio" dell’imperialismo nazi-fascista. II risultato fu solo quello di ritardare di un anno la Seconda Guerra Mondiale.Nei primi giorni di questa Guerra Civile Spagnola, il poeta F. G. Lorca, fu incarcerato ed assassinato durante la sommossa fascista di Granada. F. G. Lorca nacque e fu educato nella provincia di Granada, all’inizio del XX secolo, e gia verso il 1931, anno della Prima Repubblica, aveva superato con la sua personalità e le sue opere, il formalismo romantico degli inizi del secolo, cosicché dedicando gli anni della Repubblica a scrivere e preparare le opere della più ampia e surrealista visione liberale di avanguardia della sua epoca, divento il poeta più ispirato del secolo. Le ragioni che accelerarono il suo assassinio per mano dei ribelli terroristi, fascisti e militari, furono proprio le sue idee di avanguardia e la sua identificazione con la Repubblica. Assassinio commesso nella più completa impunita da parte di persone che ad ogni costo volevano eliminare dalla Spagna tutte le correnti progressiste dell’epoca e fa parte della barbara repressione che soffri l’Andalusia, la "sua" terra andalusa. Lorca fu il simbolo dell’artista completo: pittore, disegnatore, poeta, lirico, musicista, drammaturgo e amante del folklore, soprattutto ispirando gran simpatia col suo fascino personale. Fascino che, proprio nella sua Andalusia, e chiamato "Duende". Uccidendolo si e voluto uccidere la libera espressione dell’arte, in Spagna.  Kemp è forse, coadiuvato dalla sua Compagnia, l'uomo di teatro capace di cristallizzare in scena, la magia e il duende di Lorca, vale a dire della Spagna.

 

Lindsay Kemp e Duende
Lorca e il suo tempo
Teoria e significato del duende
Photogallery
Home Page

All Original Photo and HTML Coding Giovanni Terminio (artattica) 1998-2013. All rights reserved - risoluzione consigliata 1024x768